Recensione Samsung Galaxy S3 (GT-i9300)

SAMSUNG-GALAXY-S3-4Sicuramente i nostri lettori ricorderanno quel lontano 2010, data in cui fece il suo debutto il primo Samsung Galaxy S (GT-I9000). Si trattava di un telefono che avrebbe fatto la storia, in quanto rappresentava il primo vero telefono Android in grado di competere con i concorrenti, in particolare con l’iPhone di Apple.

L’anno dopo fu il momento del suo tanto atteso successore, il Samsung Galaxy S II (GT-I9100). Anche questo telefono ha fatto storia (e scuola) in quanto si trattava del primo telefono Samsung con CPU dual-core e riscosse tantissimo successo. TecnologicamenteParlando ha recensito il terzo componente della famiglia, Samsung Galaxy S III (GT-I9300, anche noto come Galaxy S3).

Ndr: le immagini hanno il watermark di Hi-Tech Italy. Tuttavia, la review è stata eseguita dal sottoscritto, che scrive anche per la suddetta testata, ed è presa da qui.

La confezione del Galaxy S3 è identica a quella del modello S2, eccetto per le dimensioni, ovviamente.

All’interno troviamo un caricabatterie USB, un cavo dati USB-MicroUSB condiviso con il caricabatterie e i classici auricolari bianchi Samsung in-ear con jack da 3,5 mm di fattura molto buona.

Per un telefono dal costo di € 700 ci saremmo aspettati qualcosa in più, come una custodia.

Osserviamo ora l’hardware del telefono. Sul lato destro troviamo il pulsante di accensione; a sinistra invece è presente la barra del volume; sopra abbiamo il jack da 3,5 mm e il microfono secondario per la soppressione dei rumori ambientali.

Infine sotto c’è il microfono principale e la porta MicroUSB, che funziona come USB OTG (abbiamo quindi la possibilità di collegare penne USB, mouse e tastiere) e MHL (per collegare, tramite un adattatore HDMI, il telefono alla TV).

 

Dietro abbiamo una fotocamera da 8 Megapixel con autofocus e flash LED, oltre all’altoparlante di sistema, mentre davanti abbiamo un led di stato (che notifica anche gli eventi e le mail), i sensori di prossimità e di luminosità, una fotocamera anteriore da 1,9 Megapixel e i tre tasti tipici di Android (Back e Menu, a sfioramento, e Home, fisico).

Il telefono ha le seguenti dimensioni: 136,6 x 70,6 x 8,6 mm di spessore, per un peso di 133 grammi. Ergonomia quindi abbastanza buona, anche se le dimensioni potrebbero risultare troppo grandi per qualcuno.

 


Per quanto riguarda i sensori e la connettività, che qui è spinta al massimo, il Galaxy S3 opera in quadriband GSM/EDGE ed UMTS/HSPA+ fino a 21 Mbps in download e 5,76 Mbps in upload.

Abbiamo moduli Wi-Fi a/b/g/n, Bluetooth 4.0, accelerometro, giroscopio, AGPS, bussola e barometro. Da questo punto di vista non ci si può davvero lamentare.

Il display è uno dei più belli che abbiamo visto su un telefono. È infatti un Gorilla Glass 2 da 4,8” SuperAMOLED HD con risoluzione 1280×720 pixel.

L’unico punto debole di questo schermo è la matrice PenTile, che penalizza leggermente la definizione in quanto alcuni subpixel sono condivisi. Abbiamo comunque una leggibilità incredibile, ed è davvero difficile scorgere i pixel.

 

Il telefono è dotato di un processore Samsung Exynos 4212 quad-core da 1,4 GHz, che fa girare il telefono a una velocità impressionante. Quasi impossibile trovare un lag o un impuntamento, merito anche della memoria RAM da 1 GB.

La versione da noi provata è senza brandizzazioni e ha 16 GB di memoria interna espandibili fino a 64 GB. È in vendita la versione da 32 GB e, in futuro, lo sarà anche la versione da 64 GB.

Passiamo ora al lato software del Galaxy S3. Esso è dotato del sistema operativo Android 4.0.4 ICS (aggiornabile a Agosto/Settembre a Jelly Bean) personalizzato da Samsung con la TouchWiz UX.

Questa nuova versione della UI proprietaria fonde elementi della precedente versione con altri elementi ispirati alla natura. Ne è una testimonianza la schermata di blocco schermo, che riproduce il tocco dell’acqua.

Indubbiamente la TouchWiz è migliorata, ma rimane ancora un passo indietro rispetto alle altre interfacce proprietarie, come la Sense di HTC o l’interfaccia “stock” di Android ICS.

 

La parte telefonica dello smartphone è quasi ottima. Abbiamo una ricezione buona, un audio pulito e il microfono fa abbastanza bene il suo lavoro.

Già, “abbastanza”. Infatti ci è parso strano il fatto che la funzione di soppressione dei rumori, anziché migliorare la qualità del microfono la peggiori. Confidiamo in un eventuale aggiornamento. Facciamo notare che il telefono non utilizza le SIM canoniche ma le MicroSIM.

La tastiera virtuale stock fornisce una digitazione precisa e ottimale, e non ci sentiamo di cambiarla, come di solito facciamo, con altre tastiere presenti nel Play Store. Presente anche una funzione di inserimento penna, da usare con la C-Pen che Samsung vende separatamente.

 

Il client e-mail gestisce bene i nostri due account Exchange. Purtroppo come su tutti gli ICS rimane il bug del pinch-to-zoom out che non riesce a andare oltre una certa soglia, ma il problema è meno rilevante rispetto a altri telefoni ICS che abbiamo provato.

Ottimo anche il calendario, che introduce un’interfaccia stile scrivania molto carina, come pure la rubrica, integrata con i social network.

Il browser Internet è semplicemente fantastico. Velocissimo nella renderizzazione delle pagine, non dimostra nemmeno una minuscola incertezza sul pinch-to-zoom o nel pan.

Presente il supporto a Flash Player (che scomparirà dopo l’aggiornamento a Jelly Bean) e al Desktop mode. Non avremmo potuto chiedere di più a questo browser.

Il lato multimediale ci riserva una fotocamera da 8 Mpx che fa scatti molto buoni. Presente, come sugli HTC One, la funzione scatto continuo che ci scatta 20 foto in rapida sequenza (o 8 se attiviamo la funzione scatto migliore).

 

Anche i video, che vengono girati a 1080p, ci hanno convinto positivamente. Presente lo zoom anche durante la ripresa.

La musica viene riprodotta senza problemi, ed è possibile equalizzare il suono. Possiamo anche creare la nostra equalizzazione tramite una semplice opzione.

Per quanto riguarda i video, è possibili riprodurli in una piccola finestra, che potremo posizionare dove vogliamo, mentre stiamo, ad esempio, visualizzando una pagina web, o ascoltando musica. Samsung ha chiamato questa funzione Pop-up Play.

 

Ovviamente è preinstallata la suite completa di Samsung, che comprende S-Pen, i vari Hub e il Samsung Apps, da cui possiamo scaricare app in esclusiva per il nostro telefono Samsung, in aggiunta al completissimo Play Store.

Inoltre, Samsung ha implementato alcune funzioni che sfruttano il movimento per, ad esempio, chiamare una persona mentre si visualizza il suo contatto semplicemente avvicinando il telefono all’orecchio.

Oppure, il telefono rileva se noi lo stiamo guardando e si blocca automaticamente appena ne distogliamo lo sguardo.

Interessante anche S-Voice. Si tratta dell’assistente vocale di Samsung creato in risposta a Siri di Apple, e durante i nostri test ha dimostrato di comportarsi abbastanza bene. Tuttavia, essendo in fase Beta, necessita di qualche miglioramento, specialmente al tempo di risposta.

Siamo curiosi inoltre di sapere se e come Samsung integrerà il nuovo assistente vocale di Google con S-Voice una volta uscito l’aggiornamento a Jelly Bean.

 

Ultimo punto ma non meno importante: l’autonomia. Premesso che la batteria ha un amperaggio di 2100 mAh, con il nostro uso, davvero molto intenso, siamo riusciti ad arrivare alle 18-19 circa.

Per farvi un’idea, lo abbiamo utilizzato con due caselle e-mail Exchange in push, account Facebook e Twitter costantemente connessi, mezz’ora di chiamate, un’ora di navigazione Internet e un’ora di videogiochi.

Potete notare anche voi il nostro uso davvero intenso. Tuttavia, facendo un po’ di “economia” riusciremo ad arrivare a cena senza problemi. Nel complesso, il Galaxy S3 è un telefono coi fiocchi. Il suo punto di forza è certamente la fluidità, superiore a qualsiasi altro smartphone Android alla sua uscita.

Pro
• Fluidità
• Navigazione web
• Connettività completa
• Multimedialità
• Display
• Suite delle S-Apps e funzioni di movimento

Contro
• Dimensioni, che per qualcuno potrebbero risultare un tantino eccessive
• La TouchWiz non è ancora al livello dell’interfaccia stock di Android o della Sense di HTC

, , , , ,

  1. #1 di Luevano il 10 luglio 2014 - 17:32

    Their as if you master my thoughts! A person to find out a whole lot about it, such as you authored your e-book inside as well. I believe that you can use by pct in order to demand the solution dwelling somewhat, nevertheless other than that, that is spectacular website. A terrific study. I’ll certainly rear.

  2. #2 di veltenbraakel5 il 13 luglio 2015 - 18:14

    Si trattava di un telefono che avrebbe fatto la storia, in quanto … gsamsungtelefoni.wordpress.com

  1. avia tour travel

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: